Abilità informatiche – lezione 6

Microsoft Excel

Excel è un software usato per fare calcoli. Usa un’interfaccia denominata “foglio di calcolo”, e fa parte del pacchetto Office. Il foglio di calcolo è la metabolizzazione informatica di un registro, ed è diviso in righe e colonne (come una tabella). Il suo elemento di base è la cella, l’intersezione tra una riga e una colonna. Le righe sono denominate con i numeri, le colonne con le lettere maiuscole. È nelle celle che si scrivono i numeri e le varie operazioni matematiche, insieme alle parole da usare per nominare le righe e le colonne.

In Excel l’inserimento delle maiuscole avviene come per Word. Ogni simbolo racchiude un codice ASCII. È possibile ridimensionare le colonne e le righe in vari modi:

  • Interagendo con i bordi;
  • andando ad Altezza (o Larghezza) da “Formato[ celle]” e modificando i valori correnti.

Come in Word, le celle di Excel possono avere sfondi di colori diversi. I caratteri delle scritte interne alle celle sono modificabili in diversi modi. Nella finestra “Formato celle” è possibile assegnare a una cella un tipo di valore (generale, numero, valuta, data, ora, percentuale, ecc.). Il salvataggio in Excel avviene come in Word. L’estensione del file Excel è .xls. [Esistono più fogli di calcolo all’interno del file Excel.]

Sintassi delle formule

La sintassi deve seguire precise regole. I simboli relativi alle varie operazioni sono:

  • + per l’addizione;
  • – per la sottrazione;
  • / per la divisione;
  • * per la moltiplicazione;
  • =, che serve a indicare al programma l’immissione di una funzione dentro una cella.

I due punti servono a definire l’inizio e la fine di un intervallo interno a una funzione. La selezione di elementi non contigui è importante per la realizzazione dei grafici. La somma automatica è situata nella barra degli strumenti, e ha come simbolo ∑. La freccetta accanto, una volta premuta, mostra un menù dov’è possibile scegliere tra:

  • somma;
  • media;
  • conteggio;
  • max;
  • min;
  • altre funzioni.

È possibile inserire ed eliminare righe e colonne. Il riempimento automatico riproduce il contenuto di una cella in quelle scelte.

(post modificato il 21 luglio 2016 alle 20:09)

Annunci

Abilità informatiche – lezione 5

Tabella di Microsoft Word

La finestra “Proprietà tabella” consente di gestire la dimensione, la disposizione e l’allineamento testo della tabella, oltre che la modifica della riga, della colonna e della cella. La gestione dei bordi, in sostanza, consiste nel renderli invisibili o visibili, tutti o in parte. Basta selezionare le celle, premere il pulsante “Bordo esterno” e scegliere quali bordi mettere in evidenza. In “Bordi e sfondo” è possibile scegliere lo stile dei bordi e il colore dello sfondo delle celle selezionate.

Esistono tre metodi di inserimento immagini:

  • Clipart, immagini di default messe a disposizione dalla Microsoft;
  • da file;
  • da scanner e fotocamera digitale.

Per un’immagine più la compressione è alta, più la qualità e bassa. La compressione serve a risparmiare spazio. Un’immagine vettoriale è rappresentata da equazioni che scrivono linee. Ogni volta che si ingrandisce un’immagine di questo tipo, la sua definizione rimane la stessa, perché le relative equazioni vengono ricalcolate.

I dischetti da 5 pollici e 1/4, ovvero i floppy disk [di secondo tipo], avevano un largo foro circolare al centro per l’albero motore [del lettore] e una piccola apertura ovale su entrambi i lati della plastica, per permettere alle testine di leggere e scrivere i dati. Per proteggere il disco dalla scrittura era necessario chiudere l’intaglio laterale con una piccola etichetta autoadesiva.

Il floppy disk da 3 pollici e 1/2, inventato dalla Sony, è composto da una custodia di plastica rigida con dentro un sandwich composto da tessuto, supporto magnetico e tessuto, come nei dischetti da 5 pollici e 1/4. I dati vengono immessi e salvati sul supporto magnetico. Il foro dell’albero motore è notevolmente ridotto rispetto al modello precedente, e la sua resistenza è più alta. Il disco magnetico è suddiviso in più settori di scrittura.

L’hard disk è un dispositivo utilizzato per la memorizzazione a lungo termine dei dati in un computer. È formato da uno o più dischi in alluminio o vetro, rivestiti di materiale ferromagnetico in rapida rotazione, e da due testine per ogni disco (una per lato), le quali “volano” alla distanza di poche decine di nanometri dalla superficie del disco, leggendo e scrivendo i dati. La rotazione dei dischi può superare i 15.000 giri al minuto.

(post aggiornato il 20 luglio 2016 alle 18:37)

Abilità informatiche – lezione 4

Microsoft Word: le sue funzioni e le sue potenzialità

Word permette la scelta della lingua del documento, sia automaticamente che manualmente. Può tradurre le frasi scritte da una lingua all’altra, contare le parole, inserire oggetti di qualunque tipo, confrontare e unire documenti, ecc. L’estensione del file Word è .doc. Word permette il salvataggio del documento in diversi formati, come .doc e .html. Esistono modelli di file Word, il cui formato è standard. I modelli servono a creare serie di documenti simili tra loro. Premendo F1 si apre il manuale d’aiuto di ogni programma. Le opzioni di Word, come di ogni programma, possono essere modificate.

Formattazione del testo

La prima cosa da fare durante la prova di Abilità Informatiche è il copia/incolla del documento Word. Dopodiché il testo va modificato e arricchito di oggetti secondo quanto chiesto nella prova. Per portare un’immagine in un documento, [bisogna] fare copia/incolla. Premendo sull’area di lavoro [con] il tasto destro del mouse, si apre un menù. Bisogna saper inserire le note, che possono essere a piè di pagina, stare a fondo pagina o alla fine del documento, ed essere numerate a partire dal numero che si vuole.

Gestione degli elementi puntati e numerati

Gli elementi puntati hanno un punto di fianco a ciascuno di essi, mentre quelli numerati hanno un numero progressivo. Ogni elenco (puntato e numerato) è un paragrafo. È possibile personalizzare gli elenchi puntati mettendo altri tipi di punti, e quelli numerati sostituendo i numeri con le lettere. Inoltre è possibile modificarne il formato, lo stile, la posizione del numero e quella del testo,

La tabella è una griglia formata da colonne e righe, ed è estranea al testo. Per mettere una tabella occorre andare su “Tabella”, premere “Inserisci tabella” e specificare il n° di colonne e quello di righe. Per cancellare la tabella bisogna selezionarla e premere i tasti shift e canc. È possibile selezionare lo stile di tabella nella finestra “Inserisci tabella”.

(post modificato il 19 luglio 2016 alle 19:17)

Abilità informatiche – lezione 3

Videoscrittura: Word

Le barre di Word possono trovarsi a sinistra, in alto e in basso rispetto all’area di lavoro, dove si scrive. Tra l’altro tali barre possono essere staccate dal programma e messe sopra l’area di lavoro (foglio di scrittura).

Nel foglio la linea lampeggiante indica dove scrivere, mentre quella subito sotto (perpendicolare) mostra la fine del documento. Esiste una funzione chiamata Zoom, che consente di ingrandire e rimpicciolire l’area di lavoro. Il tasto “visualizzazione struttura” mostra la struttura del documento. La barra in basso contiene alcune informazioni riguardanti il documento, come:

  • n° pagine;
  • n° sezioni;
  • n° di riga;
  • n° di colonna;
  • n° di pagina dove si scrive.

I righelli indicano dove si può scrivere. L’area di scrittura è delimitata dalle freccette situate sopra il righello in cima. Il menù File, presente in tutti i programmi, consente di creare, aprire, salvare, cercare, stampare e inviare file. Alcune funzioni possono essere attivate premendo combinazioni di tasti. Le pagine possono essere impostate modificando i margini, la rilegatura e l’orientamento. In “Imposta pagina” si possono modificare le misure di intestazione e di piè di pagina e l’allineamento verticale. Il menù “Modifica” consente di tagliare, copiare, incollare, sostituire, trovare e selezionare tutto ciò che è scritto nell’area di lavoro. Inoltre consente di annullare e ripetere le operazioni premendo le opportune voci e determinate combinazioni di tasti. Il menù “Visualizza” contiene funzioni riguardanti la struttura dell’area di lavoro.

Le interruzioni, che possono essere inserite dal menù “Inserisci”, consentono la separazione tra due pagine, in modo che il testo da scrivere inizi nella pagina successiva. La funzione “simbolo” contiene diversi simboli da inserire nell’area di lavoro, insieme ai caratteri speciali come ™, ©, ®, etc. Nel menù “Inserisci” esistono le funzioni “Immagine”, “Nota a piè di pagina”, e diverse altre. Cliccando due volte su una parola, questa viene selezionata; tre volte ed è il paragrafo a essere selezionato. Il menù “Formato” contiene funzioni relative al carattere, al paragrafo (suoi formati), allo sfondo, al frame e a diverse altre cose.

Funzionamento del personal computer

La scheda video collega il monitor all’unità operativa. Quella audio collega gli altoparlanti all’unità operativa. Il lettore disco/masterizzatore legge e scrive le informazioni su CD/DVD. La presa d’aria consente il mantenimento termico costante delle componenti del computer. Il driver C è l’hard disk, o disco rigido. Ogni lettore ha una sua lettera sequenziale a partire dall’unità D. Più hard disk possono ospitare più sistemi operativi. L’installazione di due sistemi operativi su un hard disk avviene mediante bipartizione.

Esistono particolari schede di acquisizione video (per TV). Il socket è lo spazio della motherboard (scheda madre), dov’è installata la CPU (central processing unit, unità di elaborazione centrale). La motherboard più recente contiene diversi dissipatori di calore. Le parti gialle e nere della scheda ospitano le RAM (random access memory, memoria ad accesso casuale), mentre gli altri spazi ospitano le schede di vario tipo.

La CPU contiene l’ALU (arithmetic-logic unit, unità aritmetica e logica), dei registri e l’unità di controllo.

Abilità informatiche – lezione 2

Lezioni di laboratorio

Il laboratorio è propedeutico per l’acquisizione dei crediti di Abilità Informatiche (prova pratica) legati all’alfabetizzazione del’informatica.

Sistema Operativo

Windows è un sistema operativo a interfaccia grafica, tipologia esistente fin dai primi anni ’90. Questo tipo di sistema facilita l’uso delle funzionalità di cui dispone il computer. Il mouse permette di selezionare, spostare, aprire, chiudere e modificare un oggetto presente nel computer. Inoltre grazie al cursore è possibile:
  • aprire e chiudere menù;
  • premere pulsanti;
  • eseguire comandi;
  • chiudere e spostare finestre.

Un sistema multitasking può fare vari lavori in contemporanea senza dover aspettare la conclusione di un’operazione prima di iniziarne un’altra. È possibile ridurre a icona (o background) un programma. La finestra di un programma è composta da barre, menù e pulsanti. I file sono di diversi tipi, ciascuno dei quali è rappresentato da un’icona specifica. L’estensione definisce il tipo di file, e non deve essere modificata.

La cartella è sostanzialmente un contenitore di file e non ha estensione. Il desktop è quella struttura del sistema operativo che contiene i principali programmi ivi installati. Per evitare che qualcuno cancelli certi file e/o programmi, si da loro un collegamento. Alcuni mouse hanno due pulsanti, altri tre. Il tasto sinistro permette di eseguire i comandi, quello destro di aprire i menù. Il doppio click del tasto sinistro apre i programmi e i file Per creare nuovi file, programmi e cartelle, si apre il menù col tasto destro, si va su Nuovo, e col sinistro si sceglie il tipo di file che il nuovo oggetto deve avere.

Lo spostamento di oggetti all’interno del sistema operativo si chiama drag (trascinare) & drop (lasciar cadere). I file possono essere mossi in vari modi. Il DOS è un sistema operativo a interfaccia testuale, ossia funziona scrivendo i necessari comandi. Il cestino è il programma in cui finiscono i file da cancellare.

Dalla barra dei comandi di ogni cartella è possibile spostare e copiare i file ivi selezionati premendo “sposta in” e “copia in”. È possibile fare tali operazioni tramite la tastiera. Le finestre possono fungere da mini desktop. Il tasto ctrl permette la selezione di più file mediante il mouse. Il tasto shift, invece, permette la selezione di tutti i file mediante il mouse. Lo shift fa selezioni multiple, mentre ctrl fa selezioni personalizzate.

È possibile disporre i file e le cartelle per nome, tipo, dimensioni e data di creazione.